Sicurezza sul lavoro – Figure professionali

Committente privato

Il committente il soggetto per conto del quale l’intera opera viene realizzata, come definito dall’art. 89 del D.Lgs 81/2008.

Il committente privato, per adempiere gli obblighi di legge, può nominare un responsabile dei lavori (ad esempio il progettista) il quale si farà carico della gran parte delle decisioni e relative responsabilità.

Il committente privato:

  • nomina il Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione (CSP) e il Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE). In alcuni casi, relativamente alle limitazioni previste dalla legge, le due figure sono rappresentate dalla stessa persona;
  • verifica l’idoneità tecnico-professionale delle imprese, in particolare:
    • iscrizione alla Camera di Commercio, Industria e Artigianato;
    • regolarità dell’impresa relativa agli adempimenti INPS, Cassa Edile e INAIL. Questa avviene mediante il rilascio del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva);
    • dichiarazione organico medio annuo distinto per qualifica dei lavoratori;
  • prima dell’inizio dei lavori invia una notifica preliminare all’ASL e alla DPL (Direzione Provinciale del Lavoro).

Committente pubblico

Come citato nel D.Lgs 81/2008 – art. 89, nel caso di appalto di opera pubblica, il committente è il soggetto titolare del potere decisionale e di spesa relativo alla gestione dell’appalto. Una volta che l’opera è stata deliberata il RUP (Responsabile Unico del Procedimento) procede ad assegnare l’incarico all’Ufficio Tecnico del Comune oppure ad individuare le diverse figure professionali mediante un bando.

Coordinatore in fase di progettazione (CSP)

Il CSP è un professionista incaricato di valutare, analizzare e delineare le scelte progettuali affinché l’opera da costruire sia realizzata rispettando le norme di sicurezza. Tale figura è incaricata dal committente o dal responsabile dei lavori contestualmente all’incarico di progettazione dell’opera.

Il CSP ha la funzione di:

  • collaborare con il progettista per adottare scelte progettuali e definire accorgimenti opportuni per garantire la salute e la sicurezza durante i lavori di realizzazione dell’opera;
  • redigere il PSC (Piano di Sicurezza e Coordinamento) e il fascicolo tecnico trasmettendoli al committente o al responsabile dei lavori;
  • stimare i costi per la sicurezza.

Coordinatore in fase di esecuzione (CSE)

Il CSE è un professionista con i requisiti previsti dalla legge e con competenze specifiche in materia di sicurezza sul lavoro nei cantieri. Tale figura è nominata dal committente prima dell’inizio dei lavori quando in cantiere vi è la presenza di più imprese. La figura del CSE è incompatibile con la figura del datore di lavoro o dipendente dell’azienda appaltatrice.

Il CSE ha la funzione di:

  • ricevere i POS delle imprese esecutrici e valutare la compatibilità con il PSC, prima dell’inizio dei lavori;
  • apportare modifiche al PSC e aggiornare il fascicolo tecnico;
  • mediante azioni di coordinamento verificare l’applicazione del PSC da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi;
  • chiedere la sospensione dei lavori in caso di pericolo.

Designed by Freepik

Datore di lavoro

Il Testo Unico sulla Sicurezza definisce il datore di lavoro nell’art. 2 comma 1 come il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l’assetto dell’organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell’organizzazione stessa o dell’unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa. Nelle pubbliche amministrazioni […], per datore di lavoro si intende il dirigente al quale spettano i poteri di gestione […].

In generale il datore di lavoro è responsabile dell’impresa esecutrice e gli obblighi definiti dal Testo Unico sono molteplici. Alcune delle sue funzioni sono:

  • istituire un servizio di prevenzione e protezione nominando i soggetti responsabili di tale servizio;
  • nominare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP);
  • formazione e informazione continua dei lavori;
  • redigere il POS prima dell’inizio dei lavori e trasmetterlo al CSE;
  • adeguare il POS in funzione delle richieste del CSE;
  • in caso di subappalto dei lavori è tenuto a verificare l’idoneità tecnico-professionale delle imprese incaricate.

Lavoratori

I lavoratori sono i dipendenti di un’impresa che svolgono una determinata mansione in base alle loro competenze. Secondo le disposizioni di legge, i lavoratori devono ricevere una formazione adeguata sulla sicurezza sul lavoro mediante corsi sulla sicurezza in cantiere e sui rischi che i loro compiti prevedono.

Il lavoratore deve:

  • utilizzare adeguatamente le attrezzature sul lavoro fornite dal datore di lavoro;
  • utilizzare dispostivi di protezione individuale (DPI) forniti dal datore di lavoro;
  • adeguarsi alle indicazioni e disposizioni del datore di lavoro;
  • assumere un comportamento che non metta in pericolo sé stesso o chi lo circonda;
  • segnalare al datore di lavoro eventuali condizioni di pericolo.

Lavoratore autonomo

Contribuisce alla realizzazione dell’opera mediante il proprio lavoro e le proprie risorse. Il lavoratore autonomo deve:

  • possedere i requisiti di idoneità tecnico-professionale;
  • consultare il PSC e il POS
  • utilizzare attrezzature conformi alla normativa sulla sicurezza sul lavoro;
  • utilizzare dispostivi di protezione individuale (DPI);
  • confrontarsi con gli altri lavoratori;
  • adeguarsi alle indicazioni del CSE.

Addetti alle emergenze

Sono i lavoratori indicati dal datore di lavoro per la gestione delle emergenze e per l’attuazione delle misure di protezione e prevenzione i quali intervengono direttamente in caso di pericolo. Dunque in ogni cantiere è necessaria la presenza di addetti al primo soccorso e addetti antincendio.

Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP)

È una figura professionale incaricata dal datore di lavoro per effettuare una valutazione dei rischi presenti nel cantiere e adottare le relative misure di sicurezza. Tale figura deve essere nominata dal datore di lavoro previa consultazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS/RLST).

L’RSPP è una figura avente specifici corsi di formazione con l’obbligo di frequentare i corsi di aggiornamento.

Nelle imprese con un numero di dipendenti inferiori a 30, la figura dell’RSPP può essere rappresentata dal datore di lavoro stesso, previo corso di formazione.

Rappresentante Lavoratori per la Sicurezza (RLS)

È il rappresentante dei lavoratori eletto dagli stessi mediante un’assemblea oppure designato da un’organizzazione sindacale, in quest’ultimo caso definito come RLST (Rappresentante Lavoratori per la Sicurezza Territoriale). Tale profilo è tenuto a frequentare lo specifico corso di formazione tale da fornirgli conoscenze relative alla normativa per la sicurezza sul lavoro, ai propri compiti, diritti e doveri.

L’RLS ha il compito di individuare e segnalare eventuali rischi fornendo il proprio parere a riguardo e valutare le misure di prevenzione e protezione. Inoltre, il rappresentante dei lavoratori è esente da responsabilità sanzionabili.


Corsi E-Learning Sicurezza sul lavoro: Clicca QUI

Ingegneria con Criterio è partner di elearning sicurezza. I servizi di elearning sicurezza sono erogati da Anfos – Associazione Nazionale Formatori sulla Sicurezza.